3 consigli per rendere più sicura la tua azienda

Oggi nessuno può dirsi al sicuro al 100%.

I criminali informatici studiano attacchi sempre più sofisticati e diventarne la vittima è sempre più facile.

Però, alzando la soglia di attenzione e seguendo poche semplici regole, possiamo rendergli la vita un po’ più dura.

Ecco di seguito 3 piccoli suggerimenti.

1) Identificazione di e-mail dannose
Gli attacchi informatici via e-mail sono molto difficili da rilevare, ma ci sono alcuni indizi che si possono osservare.
Prima di tutto, se si sospetta di una e-mail, è necessario verificare se l’indirizzo del mittente corrisponda effettivamente al dominio originale. Valuta attentamente se il mittente è davvero un tuo conoscente o partner commerciale o se l’indirizzo e-mail assomiglia solo a quello della persona reale. Controlla anche errori ortografici e grammaticali, soprattutto se l’email dovrebbe provenire da un’azienda di un certo livello.
Un ulteriore indizio è una forma impersonale di indirizzo nella lettera di accompagnamento, come “Gentili Signore e Signori”. Dovresti anche stare attento con i collegamenti o i pulsanti inseriti nelle e-mail, perché come “utente normale” è molto difficile verificare se la destinazione del collegamento presunta è effettivamente corretta. In caso di sospetto è più sicuro non fare clic su alcun collegamento allegato.

 

2) Una presa di coscienza: cosa sono i dati? Semplicemente una delle risorse più importanti del nostro tempo
Informazioni sulla carta di credito, informazioni di viaggio, password e informazioni di accesso e dettagli personali come nome e indirizzo sono preziose informazioni nel nostro mondo digitale. Gli hacker si sono concentrati in particolare sulla vendita dei dati sul Darkweb o sul loro utilizzo (ad esempio per danneggiare deliberatamente le aziende).

Gli attaccanti utilizzano spesso dati personali per colpire i loro obiettivi, poiché la conoscenza degli addetti ai lavori rende difficile per i dipendenti rilevare frodi e facilita l’accesso degli utenti nel sistema aziendale.

 

3) Sensibilizzazione del personale
Colleghi, collaboratori esterni o dipendenti: non importa il loro titolo. L’importante è che vengano costantemente formati di fronte alla crescente minaccia del crimine informatico e nei modi talvolta professionali in cui operano gli hacker. In questo modo potranno porre maggiore attenzione alle informazioni che pubblicano sulla società e dove le pubblicano.

I meeting interni possono ampliare le conoscenze su come gestire i dati sensibili come password o carte di credito. Inoltre, si dovrebbe sempre introdurre il principio dei quattro occhi (o anche meglio dei sei occhi!) per i pagamenti come fanno gli istituti di vigilanza bancaria.

 

CONOSCI LE SOLUZIONI HORNETSECURITY?

Il cloud computing è diventato parte integrante del mondo degli affari di oggi ed è difficile immaginare i dipartimenti IT senza questa tecnologia. Hornetsecurity si concentra sul cloud computing dal 2007 e ad oggi conta oltre 200 dipendenti che offrono soluzioni di sicurezza complete nei settori della posta elettronica e dell’archiviazione dati.

Compila il form per chiederci come Hornetsecurity può aiutarti a rendere sicura la tua azienda e quelle dei tuoi clienti.

Share on facebook
Condividi
Share on twitter
Tweet
Share on linkedin
LinkedIn
Torna in cima