I rischi nascosti del backup tradizionale

Un backup cloud based può risolvere molti problemi rispetto a quelli tradizionali

Per gli MSP è sempre stato importante esercitare le best practice di backup, ma la pandemia in corso ha reso il backup ancor più importante. Secondo un recente sondaggio del MIT su 25.000 lavoratori negli Stati Uniti, il 34% degli intervistati ha dichiarato di lavorare da casa per via della pandemia. Insieme a circa il 15% delle persone che già lavorano da casa prima del COVID-19, quasi la metà della forza lavoro U.S.A. è attualmente composta da lavoratori remoti.

Questo improvviso passaggio allo smart working ha, comprensibilmente, causato un sacco di pressione su sistemi come il supporto IT, fornitori di servizi Internet, e applicazioni di video chat che consentono la comunicazione remota. Gli MSP aiutano anche i lavoratori a distanza in questo periodo di incertezza, contribuendo a garantire ai loro clienti un servizio di backup ed un recovery system per prevenire la perdita di dati.

Ma non tutti i meccanismi di backup sono uguali infatti, l’utilizzo dei tradizionali meccanismi di backup al posto dei backup basati su cloud può rendere i clienti (e la propria azienda) vulnerabili attraverso rischi nascosti di sicurezza. Ecco quello che devi sapere.

Come funzionano i tradizionali meccanismi di backup?

I meccanismi di backup tradizionali sono facilmente accessibili e i costi di trasferimento dei dati possono essere bassi, ma hanno anche una serie di altri problemi. Ad esempio, il personale IT deve gestire e monitorare i meccanismi di backup tradizionali, il che significa un ulteriore costo per gli MSP.

Il backup basato su cloud elimina molti problemi ed offre opportunità totalmente nuove per la protezione dei dati. Con i backup cloud, i byte di dati modificati sono identificati per il backup. I dati vengono quindi compressi, crittografati e inviati a un server cloud fuori sede per essere facilmente accessibili e recuperati in caso di emergenza. Il cloud provider si prende cura della gestione dello storage in modo da poter dedicare più tempo e risorse ai servizi clienti a valore aggiunto. È inoltre possibile accedere ai dati in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo, purché ci sia una connessione Internet, e la sicurezza non è una preoccupazione grazie alla crittografia end-to-end presente nelle soluzioni di oggi. Grazie al backup diretto sul cloud, sarai in grado di adattarti a un panorama in rapida evoluzione e di proteggere i tuoi clienti.

I rischi di sicurezza nascosti con meccanismi di backup tradizionali

Non avere una copia di backup offsite:

I backup locali tradizionali utilizzano dischi per memorizzare i dati di backup, il che significa che i dati sono affidati a supporti fisici nella posizione del cliente che sono vulnerabili ai danni. I backup diretti sul cloud come quelli di Solarwinds aiutano ad eliminare il rischio di sicurezza relativo all’affidarsi esclusivamente ai supporti di memorizzazione tradizionale. Con Solarwinds, il cloud storage privato è incluso nel prezzo. I dati dei vostri clienti sono memorizzati in modo sicuro in uno dei 30 data center certificati ISO gestiti

Avere un unico punto di failure:

Parlando di rischi hardware, ci sono problemi che possono venire con meccanismi di backup dell’appliance proprietario. Possono introdurre un unico punto di failure nel processo di protezione dei dati. Se si utilizza un apparecchio locale che aggrega i backup e li invia in un unico dispositivo per il cloud, qualsiasi guasto del dispositivo porterà i backup pianificati ad una battuta d’arresto.

La rottura della catena di backup:

Un altro problema con molti meccanismi di backup tradizionali è che stabiliscono catene di dipendenza. Le catene sono un metodo di salvataggio e gestione dei backup incrementali, e possono essere rischiose. Se il recupero di backup successivi dipende da ogni incrementale che è venuto prima, una rottura della catena può causare la perdita di dati.

Clicca QUI per l’articolo originale 

Share on facebook
Condividi
Share on twitter
Tweet
Share on linkedin
LinkedIn
Torna in cima