il coronavirus ha cambiato il nostro ambiente di lavoro. Siamo stati capaci di averlo mantenuto sicuro?

Dire che il COVID-19 ha aggiunto un livello di complessità alle aziende è un eufemismo, se consideriamo l'attuale diffusione del cloud. In un'intervista con Infosecurity, Brian Honan, CEO di BH Consulting, ha dichiarato: “Con la fretta di supportare il lavoro remoto per molti più utenti, le aziende hanno rapidamente ampliato le loro soluzioni di accesso remoto o il numero di sistemi migrati verso il cloud; questa corsa è stata necessaria per garantire che l'azienda potesse sopravvivere e supportare il personale nella continuità lavorativa. Tuttavia, ora che tali obiettivi immediati sono stati raggiunti e la nostra risposta alla pandemia potrebbe essere più a lungo termine di quanto inizialmente previsto, le aziende devono rivedere la sicurezza e la resilienza delle loro soluzioni di accesso remoto".

L'implementazione del cloud è sempre stata un processo complesso, ma per quelli impreparati al modo in cui il coronavirus ha cambiato il nostro ambiente di lavoro e le esigenze di accessibilità, è stato particolarmente difficile. Un articolo molto recente, pubblicato su Techerati, presenta un'opinione che indica alcuni dei più grandi errori di implementazione del cloud rilevati dall'epidemia COVID-19. L'autore Roy White afferma che i principali errori di implementazione del cloud che ha visto sono dovuti alla fretta di implementare con pochissima pianificazione per la sicurezza ma, in particolare, due dei più grandi errori sono la mancanza di capacità di limitazione dell'accesso e la mancanza di amministratori con competenze nel cloud.

Ad aumentare questa confusione, Gartner prevede che la spesa IT diminuirà di 300 miliardi di dollari nel 2020, il che significa meno budget e necessità più complesse. Gartner prevede un calo dell'8% nella spesa tecnologica globale nel 2020. Quindi dove stanno spendendo i budget limitati del CIO? Gartner afferma che i servizi di cloud computing prevedono un aumento del 19%, in quanto il principale previsore di Gartner, John-David Lovelock, afferma che "Le aziende devono essere più digitali di quanto avessero previsto".

Perché SANGFOR?

Uno degli elementi cloud che è stato molto richiesto di recente è stata l'infrastruttura desktop virtuale (VDI), utilizzata per un accesso sicuro e costante ai dispositivi protetti dall'azienda.

Il modo migliore per evitare disastri e impreparazioni futuri con qualsiasi cosa, da una pandemia alla spesa IT e all'implementazione del cloud, è quello di imparare dal passato e guardare al futuro. L'implementazione del cloud è un processo complesso, se non ci si affida al supporto e alla guida di un fornitore di fiducia. Sangfor ha semplificato il processo di implementazione del cloud con alcune soluzioni implementate in pochi minuti e senza restrizioni sulla posizione e senza bisogno di personale IT specializzato. Sangfor ha costruito una solida reputazione aiutando le aziende a ottimizzare la propria infrastruttura, implementare e gestire i servizi cloud e fornisce sicurezza end-to-end per reti e dipendenti.

Sangfor Technologies è un fornitore leader a livello globale basato su APAC di soluzioni per infrastrutture IT specializzate in sicurezza della rete e cloud computing. 

Articolo tratto dal blog di Sangfor. Premi qui per l'articolo originale.

ULTIMI AGGIORNAMENTI