Rilasciata nuova build di Acunetix v11

Acunetix v11 (build 11.0.171721334) è stato rilasciato. Questa nuova build include nuovi controlli di vulnerabilità per jQuery, Atlassian Confluence e Tiki Wiki. Inoltre, migliora la rilevazione della versione di WordPress, include diversi aggiornamenti ai controlli WordPress e Joomla, nonché un certo numero di correzioni di bug.

Nuovi test di vulnerabilità

Miglioramenti

  • Migliorata l’individuazione della versione di WordPress
  • Aggiornamenti vari alle verifiche di WordPress e Joomla
  • Aggiornata la descrizione degli avvisi per i link corrotti

Correzioni

  • Risolto il problema che causava l’arresto del motore di scansione
  • Corretto il processamento dei file xml, con miglioramenti delle performance di scansione
  • Correzioni nella tipologia di scansione a alto rischio, con miglioramenti delle performance di scansione
  • Aggiornamenti e correzioni nella Web UI di Acunetix

Come aggiornare all’ultima versione

Se si utilizza già Acunetix v11, è possibile avviare l’aggiornamento automatico a partire dall’avviso di notifica della nuova build nell’interfaccia utente di Acunetix.

Se non è ancora stato installato o non si ha già effettuato l’aggiornato alla v11, è possibile scaricare Acunetix versione 11 da QUI. Utilizza la tua chiave di licenza attuale di Acunetix per scaricare e attivare il prodotto.

FONTE: https://www.acunetix.com/blog/releases/build-jquery-atlassian-confluence-tiki-wiki/

Abbracciare tutte le fasi dell’assistenza IT
E’ finita l’epoca in cui ci si poteva interessare dell’Antivirus senza occuparsi del Patch Management o viceversa. La sicurezza e le performance oggi sono sistemiche e non è verosimile pensare di curare una sola parte dell’organismo (un braccio o una gamba) e pensare che tutto l’organismo possa trarne giovamento. Oggi è necessario essere capaci di parlare in modo competente e dare servizi su aree che spaziano almeno attorno alle seguenti:

        1. Sicurezza e difesa dalle minacce su client e reti

        2. Protezione dei dati, difesa dalle minacce di disastro

        3. Gestione delle reti fisse e mobili, monitoraggio continuo, prevenzione tramite inibizioni e controlli e

            interventi di riparazione dei danni quando necessario

        4. Gestione della posta

        5. Sicurezza dei dati sensibili

Disporre di un sistema di teleassistenza e di help desk allo stato dell’arte
La vastità delle aree di intervento e la complessità delle organizzazioni dei clienti rendono necessaria la messa a disposizione di un sistema che consenta:

        1. Di comunicare in modo efficiente ed efficace

        2. Di tenere traccia delle richieste, di dare loro una priorità e di condividere le necessità di intervento

            con i clienti, riuscendo a categorizzare gli incidenti e ad agire a livello sistemico perché le

            frequenze si riducano

        3. Di risolvere da remoto il 99% delle situazioni

Lavorare come una grande organizzazione anche se si è piccoli
Oggi esistono sistemi che consentono di gestire grandi quantità di nodi, di macchine, di telefoni cellulari e di altri apparecchi impostando le regole di monitoraggio insieme al cliente e consentendoci di occuparci prevalentemente delle deviazioni prima che diventino emergenze e della ottimizzazione generale del sistema, senza dover correre a spegnere i fuochi causati dalla scarsa cura delle infrastrutture. Lavorare come una grande organizzazione significa quindi soprattutto:

        1. Utilizzare un sistema software di monitoraggio delle infrastrutture che consenta di pensare a tutto

            l’organismo mentre ci si prende cura delle sue singole parti

        2. Essere in grado di agire da remoto quasi sempre e comunque

        3. Disporre di strumenti di reportistica professionali che consentano al cliente di comprendere la

            vastità dei controlli in essere e la complessità del nostro lavoro.

Esistono sistemi che consentono di svolgere tutto questo carico di responsabilità e di attività quotidiane sia in modo completo che efficiente? Prova la versione Trial di Solarwinds…

Share on facebook
Condividi
Share on twitter
Tweet
Share on linkedin
LinkedIn

Leggi anche:

Torna in cima