N-able GDPR: strategia di backup e conservazione dati

Ogni MSP dovrebbe coinvolgere i propri clienti all’interno della sua strategia di backup, ma soprattutto sull’impatto che potrebbe avere sul GDPR. Quando si tratta di dati, infatti, essere in conformità con le regole del GDPR è fondamentale. Vediamo in questo articolo come arrivare ad una soluzione di backup in conformità con le regole sui dati e sulla privacy. 

Backup 
di dati morti

E’ oramai consuetudine che molte aziende eseguano il backup dei dati giornalmente, pensando di fare la cosa giusta; purtroppo, a meno che il backup non sia sufficientemente intelligente da determinare i file che non sono più necessari, il sistema potrebbe eseguire un backup di dati obsoleti. Va da sé che il tempo impiegato ad eseguire tali backup è tempo sprecato.   Per ambienti multi-server più grandi, potrebbe esserci l’opportunità di eseguire una serie di processi di pulizia automatizzati per massimizzare l’efficienza del backup e ridurre le dimensioni dei backup giornalieri.

Come migliorare  
il backup

Capita a volte che in azienda venga richiesto ad un dipendente di portare con sé il supporto di backup. A meno che il programma di backup non crittografa i dati, sappi che il backup nativo di Windows non è né crittografato né compresso, e ciò significa che se si segue l’esempio soprariportato si espone i dati ad un rischio potenzialmente enorme. Se ciò si verificasse dovresti segnalare il fatto ai sensi del GDPR, con il rischio di incorrere in multe. La migliore soluzione in questo caso è un backup crittografato locale combinato con un backup ospitato che crittografa i dati sia in transito che inattivi. 

Come facilitare 
una richiesta di accesso

Per soddisfare tutte le richieste, si deve innanzitutto capire dovrebbero essere strutturati i backup dei dati di un cliente così da facilitare le richieste di accesso, la quale può essere semplice da facilitare con strumenti di ricerca di terze parti su sistemi live. Se la ricerca però interferisse con le operazioni aziendali, potrebbe essere necessario eseguirla su un backup o un host virtualizzato. Chiaramente, diverse strategie di conservazione del backup dei dati sovrascrivono le policy; in quel caso le configurazioni di backup differenziali  determineranno quali informazioni verranno sottoposte a backup, come verrà eseguito il backup e per quanto sarà conservato. Gli MSP e i fornitori IT   dovranno quindi lavorare a stretto contatto con i propri clienti, così da poter soddisfare le richieste degli interessati in conformità con il GDPR

Compila il form per richiedere informazioni su N-able

Share on facebook
Condividi
Share on twitter
Tweet
Share on linkedin
LinkedIn
Torna in cima